ALLERGOLOGIA
L’immunoterapia specifica
Immunoterapia specifica
La desensibilizzazione allergenica è l’unico vero TRATTAMENTO DI FONDO delle malattie allergiche. Allo stesso tempo preventiva e curativa evita l’aggravamento dell’allergia e che essa divenga irreversibile. L’obiettivo dell’immunoterapia specifica è che il paziente riacquisti tolleranza nei confronti dell’allergene responsabile dei suoi sintomi. Questo viene ottenuto somministrando al paziente dosi crescenti del o degli allergeni nei confronti dei quali si è sensibilizzato, sempre sulla base della pertinenza clinica fra allergene in causa e sintomi lamentati dal paziente.

L’immunoterapia desensibilizzante permette di ottenere rapidamente una riduzione significativa e duratura dell’infiammazione allergica a carico della mucosa nasale, congiuntivale, bronchiale con un conseguente miglioramento dei sintomi e riduzione del consumo di medicinali. L’immunoterapia specifica è indicata in caso di rinite, asma, congiuntivite e nella allergia al veleno di imenotteri.

E’ importantissimo iniziare l’immunoterapia il prima possibile, onde evitare di lasciar progredire indisturbata la malattia allergica, il che porterebbe ad un aggravamento di malattia e al rischio di sviluppare nuove allergie. Ad oggi esistono due forme di somministrazione: la via iniettiva sottocutanea e la via sub-linguale. La loro efficacia è equivalente e ciò è stato dimostrato clinicamente. La durata ottimale di una immunoterapia varia dai 3 ai 5 anni a seconda dell’indicazione.
"La bellezza di una persona giovane e' un caso della natura
mentre la bellezza di una persona matura rappresenta un'opera d'arte". (Elanor Roosevelt)